giovedì 2 luglio 2009

In questo mondo di ladri




















Nel giro di una settimana mi hanno rubato la macchina fotografica appena comprata (al mare) e il cellulare di mio figlio (in palestra).
Oltre ad augurare anni di dolore e malattie inguaribili ai ladri, voglio dire: ma che vita è, non essere mai sicuri, tranquilli, da nessuna parte, chè ti portano via qualunque cosa lasci disattesa, non ti puoi mai sentire rilassato, sereno, tranquillo, da nessuna parte, neanche in casa? Capisco perchè in certe zone hanno buon gioco le forze politiche che promettono la famigerata "sicurezza".
In un mondo in cui i furbi e i ladri la fanno franca, cresce la paura, la rabbia, la violenza.
Hai voglia a fare il comunista, in questo mondo di ladri.

2 commenti:

andrea sessarego ha detto...

Mi pare più preoccupante il furto in palestra, perchè si suppone che nello spogliatoio entrino solo i ragazzi...o c'è ancora qualche genitore che aiuta a vestire il pargolo, quando è già adolescente?

FZ ha detto...

No, è che i ragazzi sono già ladri e furbetti alle medie. Futuri stronzi patentati, ma è colpa dell'educazione e della cultura che hanno respirato fin da bambini.