lunedì 29 aprile 2013

Agrodolce me

che riscopro questa canzone al ritorno dalla Toscana, al tramonto. Mi mancano questi REM, raro caso in cui  le parole, parlando "di me", erano abbinate a musiche che mi piacciono tantissimo ancora adesso. Anche se mi lasciano un gusto così agrodolce. Forse è il gusto dei quasi 50 (anni).

MI MUOVO TRASVERSALMENTE, INNOCENZA PERDUTA
UN PULSAR LUCCICANTE
MI MUOVO ATTRAVERSO LA TERRA NELLA MIA CAMICIA CAMPIONE
VADO OLTRE IL SATELLITE
"SEI COSI' ACIDO", IL TUO LAMENTO
NON TI POSSO DARE NIENTE
IO NON SO PER COSA TU ESISTA
NON SO PIU' COSA SEI

PREFERIREI STRAPPARMI LA GAMBA A MORSI
PIUTTOSTO CHE ESSERE INTRAPPOLATO QUI
QUANTO FACILMENTE PENSI A ME COME A QUALCOSA DI AGRODOLCE?

NON POTREI GUSTARMELO
SONO STANCO E NUDO
NON SO DI COSA HO FAME
NON SO PIU' QUELLO CHE VOGLIO

MI MUOVO TRASVERSALMENTE, ZUCCHERO FILATO
MI MUOVO COME UN CARRO ARMATO
MI MUOVO ATTRAVERSO LA STANZA CON IL CUORE PIENO DI TRISTEZZA
SONO PIU? FORTE DI QUANTO TU PENSI
OH MIO SIMILE
LA TUA IMMAGINE SI STA ASSOTTIGLIANDO E SGRETOLANDO
LA SUPERFICIE INFORMA CHE AL DI SOTTO,
AL DI SOTTO R' DIFETTOSA

TI MUOVI TRASVERSALMENTE, INNOCENZA PERDUTA
TUTTO IMMOBILITA' E DESIDERIO
SEI LIVIDO IN FACCIA DOPO AVER CONTEMPLATO L'OMBELICO
TI DAI FUOCO
TI METTI A NUDO E TI POSIZIONI
SO CHE NON SAI FINGERE
SEI STANCO E NUDO?
SEI STANCO E NUDO?

2 commenti:

ReAnto R ha detto...

Non c'è lo spot ... sono rincoglionito..
bel pezzo

Franco Zaio ha detto...

@ReAnto R: scusa, lo spot c'era quando ho guardato il video su YouTube. Chiedo vena :)