mercoledì 15 aprile 2009

Dopo le macerie

Io avrei tante cose da dire e postare, è un momento cruciale della mia vita, tra l'altro, ma tutto diventa piccolo e insignificante se penso alla situazione in Abruzzo. E allora rimango senza parole, ma con gli occhi bene aperti per cercare di intravedere o almeno immaginare un futuro migliore per tutti, e nei limiti del possibile fare qualcosa di concreto, al di là delle macerie del passato.

3 commenti:

Elsa ha detto...

Zaio, anche a me è accaduta la stessa cosa.

ps vieni a fare uno splash da me:)
Elsa

listener ha detto...

auguri per il cambiamento Ciccio te li meriti! tra i pochi che si fanno il culo da anni sul serio facendo scelte quando molti giocavano.
Non dico di più se no divento sentimentale. ;o)

Il Grande Favollo ha detto...

Ecco il dossier nascosto sul disastro annunciato
www.maurovanni.blogspot.com