martedì 24 marzo 2009

Avvelenati ma resistenti



Crediamo in un nuovo umanesimo con il superamento di strutture ormai desuete per le urgenze e i sogni di chi anela a un mondo migliore. In Italia esistono milioni di persone che hanno una certa sensibilità, che non sono qualunquiste o indifferenti, che sono fraterne e solidali, che hanno ideali e passioni comuni su difesa di ambiente e diritti umani, su giustizia, accoglienza e convivenza. Ma oggi siamo più che mai disorientati perchè come le api non troviamo più la via per tornare all'alveare. Alle api succede perchè sono avvelenate da nuovi pesticidi che rischiano di portarle all'estinzione, a noi invece perchè hanno avvelenato le nostre coscienze, ci hanno impoverito da un punto di vista culturale e sociale.
(dall'intervista a Paolo Archetti Maestri sul Manifesto).
Ammiro e sottoscrivo le parole di questo valoroso gruppo di Acqui. Scopriteli/ascoltateli nel loro myspace. Ce ne fossero. La resistenza continua, grazie anche a gente così.

6 commenti:

Lucien ha detto...

Resistere sempre! Non ci avranno.
Gran belle parole.

andrea sessarego ha detto...

Non è per niente facile, ma non si può far altro che resistere.

cornflake girl ha detto...

...mi associo... assolutamente!

Madison Fallen ha detto...

è importante non dimenticarlo mai.

Anonimo ha detto...

Ivano Fossati

...
Sarà che l'anima della gente
funziona dappertutto come qui
Sarà che l'anima della gente
Non ha imparato a dire ancora un solo sì

Sarà la musica che gira intorno
quella che non ha futuro
Sarà la musica che gira intorno
saremo noi che abbiamo nella testa
un maledetto muro.

Incredibile parola di verifica:
MAGUN !!!!!!!!

Andrea

Yo Yo Mundi ha detto...

Grazie Franco!!!! Un abbraccio fraterno e molto resistente x te. Paolo + Yo Yo Mundi