venerdì 20 marzo 2009

Papy pride

Ieri era la festa del papà, qualcuno se ne è ricordato/accorto? Io sì, ma il 95% del mondo mi sembra di no. Non ripeto quanto scritto un anno fa, nè voglio annoiare con considerazioni psico-sociologiche sulla decadenza della figura paterna (neanche patriarcale) e sugli effetti che questo calo di immagine e appeal abbia sulle persone et cetera.
Così vi riporto gli SMS di risposta al mio mandato il 19 mattina ai miei amici padri: "Ma a te la fanno la festa del papà? Auguri amico papà".
-Daddy pride!
-Ma è oggi?
-A me hanno fatto gli auguri tutti e due e come regalo si sono messi a litigare subito dopo.
-La fanno anche a me a casa la festa, ma non proprio quella ;)
-Io sono fregato in partenza perchè oggi è il compleanno di mio figlio e nessuno mi caga.
-A me già l'hanno fatta. Auguri a te cazz.
-Caro Franco, vorrei solo essere sicuro che la festa non me la facciano al lavoro... Auguri incredibili anche a te.
-Adesso che so che è negativo posso dirti che stamattina ho festeggiato la festa del papà con un bel test di gravidanza? :-)
Ma quello che mi ha fatto più ridere è stato:
-Sono le mogli che devono farci il regalo: un buono da spendere allo Zanzibar (trad.: famigerato locale dell'angiporto di Genova).
Grazie amici padri. Vi lascio una massima del solito ottimo Federico Nietzsche:
"I padri hanno molto da fare per riparare al fatto di avere dei figli".
Ehm...

7 commenti:

Anonimo ha detto...

CIAO FRANCO ,
un piccolo pensiero lo rivolgo anche a tutti i padri che volenti o no hanno dovuto fare la loro parte e quella della madre !
best.
fritz

F. Zaio ha detto...

Belin Fritz non ti ho coinvolto nel giro di SMS! Ma tu sei il Papy pride numero uno! Non ti ho coinvolto perchè tuo figlio è ormai grande. Ti ha fatto una festa? Se sì, siete i miei idoli.
PS Passa in libreria: notevole libro sul punk anni 80 di Agenzia X (già da parte).

andrea sessarego ha detto...

Saluto entrambi i padri! Ma questo Nietzche amico tuo è un tipetto molto allegro, eh?

F. Zaio ha detto...

Sì, Federico è un mio grande amico. E' sua anche "Quello che non mi uccide mi rende più forte": volevo farmi il tatuaggio :-)

Anonimo ha detto...

CIAO Franco , non ti preoccupare .
Feste ne ho ricevute poche ma non me ne faccio un cruccio .
Mio figlio dice che tanto non ci tengo !
Go papy , papy go !
best
fritz .

poi passo per libro ( ne ho anche un'altro da parte )

Arimondi ha detto...

Comunque, alla fine, nonostante il compleanno del figlio e il fatto che avessi ormai perso ogni speranza (mi ero già preparato un discorsetto teatrale di ironica indignazione, eh eh), si sono presentati tutti e due alle nove di sera dopo cena con un bagno schiuma e un curioso prodotto per nascondere le occhiaie...
Non posso lamentarmi: il mio cinismo è stato sconfitto per una volta.

F. Zaio ha detto...

@Arimondi: volevano dirti "Papà, lavati di più che stai invecchiando malamente" :o)